GRACE Radiatore in ghisa

La camera da letto è uno degli spazi più intimi e privati della casa. Per questo deve essere accogliente, dal punto di vista estetico e funzionale. Ciò comprende anche il tema del riscaldamento: un tepore confortevole e ospitale è fondamentale, soprattutto in questa stanza. Per ottenerlo è necessario trovare il giusto radiatore. Ecco dunque una breve guida sui migliori Termosifoni in camera da letto, per scovare il modello più adatto alle esigenze di ognuno.

Elettrico, idraulico o combinato

Per quanto riguarda il modo di funzionare, esistono tre differenti possibilità. Il radiatore elettrico rappresenta sicuramente la scelta più semplice, poiché richiede la sola corrente per attivarsi e trasmettere calore nell’ambiente circostante. Questa soluzione dunque è perfetta nelle abitazioni in cui non è presente un impianto a gas o ad acqua, o nelle case vacanze.

Un termosifone idraulico invece è collegato alle valvole dell’impianto di riscaldamento. Funziona tramite la circolazione d’acqua. Di norma vengono scelti durante i lavori di ristrutturazione o di costruzione perché necessitano degli attacchi all’impianto.

Il modello combinato, infine, è molto innovativo, poiché rappresenta l’unione degli esemplari elettrico e idraulico. Ciò significa che il suo funzionamento, a seconda delle impostazioni scelte dall’utilizzatore, può essere sia a energia elettrica che ad acqua. La scelta è utile soprattutto in quelle abitazioni provviste di sistema di riscaldamento centralizzato: in questo modo sarà possibile avere, in tutti i periodi dell’anno, la giusta dose di calore nelle giornate più fredde.

MERCURIO__11

Il nostro radiatore ad acqua Mercurio


Termosifoni in camera da letto: il materiale

I materiali dei termosifoni sono principalmente tre: acciaio, ghisa e alluminio. I radiatori di acciaio assumono spesso la forma di termoarredi di design, ovvero oggetti simili a quadri, con diversi livelli di fantasie e personalizzazioni. Sono molto sottili, a ridosso del muro, dunque coniugano perfettamente praticità ed estetica. Sicuramente è molto comodo possedere un radiatore che dia anche una vena artistica alla casa, semplice nella manutenzione e nella pulizia. L’acciaio è inoltre un materiale durevole che si riscalda in brevissimo tempo.

I termosifoni in ghisa assumono invece la forma dei radiatori classici di una volta: dotati di elementi e colonne, sono essenzialmente tubi profondi da porre in nicchie, sottofinestra o a ridosso di pareti, ma sempre vicini al pavimento. La ghisa è infatti un materiale molto pesante e vi scorre dentro una grande quantità d’acqua. A differenza dell’acciaio si scalda molto lentamente, ma il calore che emana è siccuramente maggiore e rimane per più tempo anche dopo lo spegnimento degli impianti.

Infine vi è l’alluminio. Con questo materiale esistono diversi modelli sul mercato, che possono assumere la forma sia di radiatori di design, sia dei classici termosifoni in ghisa. L’alluminio è il materiale che si scalda in minor tempo, ma è anche ultra leggero e silenzioso, dunque si presenta come la miglior soluzione quando è necessario installare un termoarredo su muri sottili o divisori.

GRACE Radiatore in ghisa

Il nostro radiatore in ghisa Grace


Le caratteristiche tecniche

Valutati il funzionamento e il materiale, non ti resta che concentrarti su alcune caratteristiche tecniche, che potranno aiutarti a scegliere il termosifone adatto alla tua camera da letto.

La potenza termica, ad esempio, è un tema fondamentale. Dipende dalle dimensioni della stanza (lungezza, larghezza e altezza) e si calcola in watt. Certo, abbiamo visto che alcuni materiali scaldano più di altri (per esempio la ghisa rispetto all’acciaio), ma bisogna anche valutare quale spazio dedicato al radiatore abbiamo a disposizione: una nicchia bassa ma profonda o una parete ampia ma sottile?

Infine forma e aspetto sono un’altra variabile da tenere in considerazione. Ciò dipende dall’arredo presente nella stanza. Meglio preferire un prodotto cromato o colorato? E se colorato, con o senza fantasia? Seguendo quali nuance? Il cromo per esempio è molto moderno, per ambienti sofisticati e contemporanei. Il bianco invece è più tradizionale, così come il “grigio ghisa“, elegante ed essenziale. Infine è possibile scegliere forme estrose e colori vivaci possono essere scelti per termoarredi da inserire in case dalle influenze pop. Linee rotondeggianti o geometriche: i modelli presenti sul mercato sono moltissimi e catturano facilmente l’attenzione.

Projects Radiatore in ghisa

Il nostro termosifone di design Projects

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *